Skip links

21/12/2018

Destinazione Matera: Capitale Europea della Cultura 2019

di Laura Melani


Manca meno di un mese al 19 gennaio 2019. L’appuntamento tanto atteso a Matera è la cerimonia che, durante la serata del terzo sabato dell’anno a venire, esattamente a partire dalle ore 19:19, inaugurerà la città come Capitale Europea della Cultura 2019. In tale occasione, saranno più di duemila i musicisti che attraverseranno la città per dare inizio alle 48 settimane di manifestazioni, eventi, itinerari e mostre all’insegna dell’arte e della cultura.

Matera è stata motivo di attività e luogo di visita per Culturit. Infatti, nel 2016, Culturit Cattolica ha ricevuto l’incarico di realizzare una campagna di comunicazione relativa al lancio di City Secrets, l’applicazione ideata da giovani studenti e nata per avvicinare le persone al mondo culturale tramite l’utilizzo di una tecnica narrativa innovativa per la condivisione di curiosità, piccoli segreti e peculiarità di Milano. City Secrets ha quindi incaricato il team Cattolica di sviluppare una Business Proposal destinata al bando per la scelta dell’app dell’evento Matera 2019 – Capitale Europea della Cultura e per candidare l’applicazione stessa come partner ufficiale. Inoltre, alcuni membri di Culturit Bologna hanno preso parte alla I edizione di UNESCO ITALIAN YOUTH FORUM, tenutasi a Matera dal 23 al 25 febbraio 2018, grazie alla proposta lanciata a Culturit da Paolo Petrocelli in occasione della III edizione di Culturit University. L’evento, promosso dal MiBACT, ha stimolato una discussione sulle diverse tematiche UNESCO, quali la valorizzazione e lo sviluppo del patrimonio culturale italiano.

Secondo il report ufficiale dell’Unione Europea Selection of the European Capital of Culture in 2019 in Italy, Matera è stata in grado di aumentare la sua spesa in cultura fino al 3% negli ultimi anni. Inoltre, con una proposta di budget di 52 milioni di euro (il secondo più alto tra i budget pianificati dalle città candidate), si è aggiudicata la nomina di Capitale Europea della Cultura 2019 nel novembre 2014 ed è stata riconosciuta ufficialmente come tale nel 2015.

Il sito web di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura offre una panoramica dettagliata in merito sia al percorso di sviluppo e realizzazione del programma culturale che alle tematiche affrontate dal programma stesso. Interessanti i temi affrontati dai diversi progetti: Futuro Remoto, Continuità e Rotture, Riflessioni e Connessioni, Utopie e Distopie e Radici e Percorsi. Spettacoli, attività e percorsi di visita scandiranno i momenti di un anno che si prospetta emozionante per gli abitanti della città, desiderosi di un riscatto non ancora del tutto compiuto. Infatti, come descritto sul sito: “venticinque anni dopo l’iscrizione dei Sassi — un tempo ‘vergogna nazionale’ — nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, la città sta ancora cercando di venire a patti con la sua identità fisica”.

Di fatti, negli anni ’50, la città era nota per i fatiscenti edifici rupestri (ricavati da cave di tufo) in cui gli abitanti alloggiavano. Tale situazione ha da sempre causato ripetute diaspore migratorie che, nonostante l’attuale netto miglioramento delle condizioni di vita, non sono ancora terminate ma sono ad oggi dovute a motivi diversi come la disoccupazione giovanile. La nomina europea ha, ad ogni modo, favorito il rafforzamento della cosiddetta ‘cittadinanza culturale’. Infatti, da quel momento in poi, tutti i cittadini, più o meno giovani, hanno dato il proprio concreto e partecipato aiuto per prendere parte ad un progetto che presenterà all’Italia e all’Europa la città sotto una veste moderna, diversa e innovativa. “C’è un gruppo di giovani che ha capito immediatamente che c’era una grande connessione tra quanto si sta facendo adesso e il loro personale futuro” afferma Paolo Verri, Direttore Generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019.

Riscatto, innovazione, apertura e aggregazione pulseranno nei vicoli impervi di un suggestivo cuore di pietra, orgoglio del territorio lucano e del nostro Paese. Non ci resta che aspettare impazienti e cogliere questa occasione per tenersi libero un weekend della nostra agenda 2019: destinazione Matera!

 

Nell’immagine di copertina, la Cattedrale della Madonna della Bruna e di Sant’Eustachio, Matera. Foto di Federico Moroni.

Fonti
–  Matera capitale europea: “Il 19 gennaio aprono 2019 musicisti”. Coinvolto tutto il territorio lucano, numerose le iniziative http://www.askanews.it/video/2018/11/22/matera-capitale-europea-il-19-gennaio-aprono-2019-musicisti-20181121_video_19443256/
–  Da “Vergogna d’Italia” a “Capitale Europea della Cultura” https://it.euronews.com/2018/12/19/19-gennaio-2019-matera-diventa-capitale-europea-della-cultura-italia-basilicata

Reader Interactions

0 Progetti
[addtoany]
Trema il World Heritage: gli USA lasciano l’UNESCO
Culturit intervista i fondatori di ProfilCultura, il sito web dedicato alla formazione e al lavoro nel settore culturale
The Future Makers: l’esperienza di Martina Valera, Responsabile Nazionale Progetti di Culturit
Sei un universitario?
Inizia a fare pratica su progetti reali
Sei un professionista?
Contribuisci ai nostri progetti ed eventi
Sei una realtà culturale?
Contattaci per scoprire cosa Culturit può fare per te

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter