page-header

Blockchain, NFT e Arte Digitale

A novembre 2021, grazie alla collaborazione tra Culturit Bocconi e Tra I Leoni, è stato possibile realizzare un evento sull’evoluzione del mondo dell’arte a seguito del successo di Blockchain e NFT.

Il panel dell’evento ha visto susseguirsi quattro ospiti con personalità e background accademici completamente differenti: Luisa Ausenda, international project & sales manager di Galleria Continua, alumna Bocconi che subito dopo la laurea si è lanciata nel mondo dell’arte; Giacomo Vella, ricercatore presso l’osservatorio sulla blockchain del Politecnico di Milano; Deodato Salafia, in passato informatico e ora esperto d’arte e fondatore della galleria d’arte contemporanea e digitale Deodato Arte.  A coordinare l’evento vi è stato Marco Bassini, docente del Dipartimento Studi Giuridici dell’Università Bocconi.

Descrizione

Il mondo dell’arte sta cambiando rapidamente. E se la caratteristica di un’opera d’arte è la sua singolarità e non replicabilità, allora è possibile annoverare tra le produzioni artistiche anche gli NFT – i Non-Fungible Tokens. Ma a cosa ci si riferisce con questo acronimo? E come è collegato al meccanismo delle blockchains, struttura fondamentale del mondo delle criptovalute? Nel corso dell’evento si è cercato di dare una risposta a tali quesiti.

Nella prima parte dell’evento, il professor Bassini ha introdotto il tema, descrivendo anche le possibili correlazioni con il mondo del diritto digitale. Successivamente, grazie alle competenze specifiche del Dottor Vella in merito alle blockchain e le conoscenze in ambito artistico di Deodato Salafia e di Luisa Ausenda, si è discusso rispetto alla particolarità del fenomeno che vede l’introduzione dell’opera d’arte digitale nel mercato dell’arte stesso. Si è posta una certa attenzione anche ai prospetti futuri degli NFT nel mercato.

Ogni relatore ha avuto il suo spazio e ha dato la sua opinione in merito a una tematica complessa come quella del rapporto tra arte e digitale. In particolare, Deodato Salafia ha espresso una tanto severa quanto condivisibile critica nei confronti del modo in cui gli NFT vengono attualmente gestiti dalle piattaforme. Secondo il gallerista, l’arte è informazione su un supporto e quindi si è dichiarato a favore dei Non Fungible Token (che altro non sono se non una sequenza di informazioni crittografate, abbinate a un file digitale e inserite in una blockchain, in modo che siano certificate l’origine e la proprietà).  Il problema sta nella mancata decentralizzazione delle piattaforme: spesso i certificati “siedono” nei server delle piattaforme invece di essere decentralizzati. Sono quindi soggetti al rischio di corruzione o comunque a limitazioni nella loro circolazione.  

Dalle opinioni degli ospiti si percepisce come questa tecnologia sia un potentissimo strumento per il futuro del mondo dell’arte. Nonostante sia ancora acerba, i tre sono concordi nel dire che sarà la sua prossima direzione di sviluppo.

La discussione si sposta infine sul piano della circolazione delle opere. Emerge qui come l’evoluzione del supporto non crea problemi ulteriori rispetto a quelli che già esistono per l’arte digitale e anzi, ne incrementa la conoscibilità e l’hype.  Il fatto che un’opera d’arte sia digitale, e quindi comunemente visibile e riproducibile, incrementa il valore dell’originale. Tale ragionamento rimarca la differenza tra supporto e concetto: l’intenzione creativa rimane integra.  

Rilevante è il tema della tutela dell’autore. Nonostante alcuni tentativi, il legislatore non è ancora in grado di garantirla pienamente nell’arte digitale o digitalizzata. Nonostante gli NFT contribuiscano a far conoscere le origini dell’opera d’arte, la mancanza di legislazioni al passo con l’innovazione tecnologica non dà certezze per l’autore dell’opera stessa.

Il mondo di blockchain, NFT e Arte Digitale è in continua evoluzione: non possiamo fare altro che cercare di rimanere informati rispetto a ogni novità e fare tesoro delle nostro conoscenze.

Culturit Bocconi blockchain, NFT e Arte Digitale
Back to top of page